Qual è il modo più efficiente per migliorare la pronuncia in inglese?

Qual è il modo più efficiente per migliorare la pronuncia in inglese?

Migliorare la pronuncia inglese è il sogno di tantissimi studenti, lavoratori e viaggiatori! Farlo può sembrare una sfida particolarmente complicata, ma seguendo qualche piccolo consiglio e prestando molta pazienza, è possibile raggiungere risultati a dir poco soddisfacenti.

Se il tuo interesse, quindi, è capire come migliorare la pronuncia in inglese… Sei nel posto giusto!

Nei prossimi paragrafi ti darò qualche trucchetto da seguire per perfezionare e/o impostare da zero la pronuncia delle parole inglesi.

Prendi carta e penna, cominciamo!

Pronuncia parole inglesi: come migliorarla?

Avere una pronuncia chiara è fondamentale per essere compresi e questo vale a prescindere dalla lingua parlata. Mangiarsi le lettere, abbreviare eccessivamente le parole o essere timorosi quando si parla, non fa altro che rendere la comunicazione inefficace e controproducente, soprattutto in ambito professionale e scolastico.

Ecco otto consigli per perfezionare la pronuncia inglese, senza lasciarsi influenzare da cadenza particolari e senza snaturarsi:

  1. Ascolta attentamente: esponiti a discorsi autentici attraverso film in lingua originale, podcast inglesi su argomenti di tuo interesse e anche attraverso la musica. Presta attenzione all’intonazione e considera lo shadowing, ripetendo frasi e cercando di imitarne suoni, intonazione ed enfasi;
  2. Registrati: con un cellulare, un videoregistratore, o con il pc, dopo lo shadowing registra la tua voce mentre ripeti frasi e svolgi esercizi orali. Ascolta le registrazioni, identifica eventuali difficoltà e allenati su quei suoni specifici. Fallo fino a che non noterai miglioramenti nel tempo;
  3. Studia lo schema fonemico: familiarizzati con l’alfabeto fonetico internazionale (AFI) per comprendere visivamente i diversi suoni. Utilizza dizionari online con trascrizioni fonetiche per migliorare la tua pronuncia, ad esempio, l’app Sounds Right del British Council;
  4. Utilizza un dizionario: sfrutta risorse come howjsay per ascoltare la corretta pronuncia delle parole, online. Questo ti aiuterà a controllare e migliorare il suono delle nuove parole che incontri;
  5. Esegui esercizi specifici: poiché ogni lingua ha suoni unici, esercita la tua bocca ad emettere suoni che potrebbero risultare difficili;
  6. Familiarizzati con le parole simili: riconosci e comprendi le
    differenze tra parole simili, come ‘ship’ e ‘sheep’. Esercitati a
    distinguere e riprodurre questi suoni, poiché la pratica costante
    renderà più agevole la loro pronuncia;
  7. Richiedi feedback: fai in modo di monitorare i tuoi risultati anche grazie ai feedback altrui. L’orecchio esterno può aiutarti a
    comprendere quei minimi errori che in autonomia è difficile captare;
  8. Non avere fretta: i migliori risultati si ottengono senza mettere il
    turbo. Solo con tempo e dedizione è possibile imparare l’inglese adottando una pronuncia corretta.

Ricorda che migliorare la pronuncia è un processo graduale e non
scoraggiarti se commetti errori…

Con la pratica costante è possibile ottenere notevoli miglioramenti.

Pronuncia inglese: gli errori più frequenti

Conoscere in anticipo gli errori più frequenti nella pronuncia inglese,
permette di non farli. Pertanto eccoci qui, in questo paragrafo, a indicarvi una lista di errori da non compiere!

Uno degli errori ricorrenti riguarda le vocali: in inglese, le vocali possono essere lunghe o brevi e la loro corretta pronuncia è fondamentale per evitare fraintendimenti. Ad esempio, confondere la lunghezza delle vocali in coppie di parole come “ship” e “sheep” potrebbe compromettere la chiarezza del messaggio.

Un altro aspetto critico è l’uso delle consonanti: alcuni suoni, come la “th” in “think” o “this,” possono essere problematici per chi ha un’altra lingua madre. La mancata pronuncia corretta di questi suoni è il chiaro segnale che è necessario intervenire con un lavoro mirato.

Anche la gestione dell’accento è un altro punto cruciale. Spesso, gli errori derivano dal mantenimento di un forte accento dell’idioma nativo, che può danneggiare la chiarezza del discorso. Trovare un equilibrio tra l’accento originale e una pronuncia comprensibile è la soluzione!

Altro aspetto da curare è l’intonazione, troppo spesso sottovalutata. Una cadenza impropria può alterare il significato di una frase, cambiano completamente la direzione del discorso. Gli errori in questo ambito possono essere il segnale che è necessario esercitarsi ascoltando vari accenti e stili di pronuncia.

Ultimo errore da evitare è la posizione sbagliata dell’accento, che
influenza il ritmo e la corretta enfasi.

La consapevolezza di questi errori rappresenta il primo passo verso una pronuncia più accurata e chiara.

Sarà scontato ripetere che la soluzione a tutti questi inconvenienti è la
pratica! Utilizzando risorse come app di lingua, video tutorial e facendo lezioni continue è possibile migliorare la pronuncia inglese arrivando a competere con le persone madrelingua.

Contattami se vuoi ricevere supporto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *